Consigli di Donna
- Home page - - Contatti -

Stirare in modo facile e veloce

STIRARE IN MODO IMPECCABILE Prima di tutto non usate mai il ferro a secco su un tessuto asciutto,perchè l'umidità protegge dalle bruciature, impedisce la formazione di aloni lucidi e lo scioglimento delle fibre sintetiche. provate prima su una piccola zona di tessuto nascosta se non sapete come può reagire. Come prima cosa stirare le cuciture e le pences, poiché ciò conferisce al capo la sua forma di base,poi procedete con altri particolari, come le maniche, il colletto e alla fine il tessuto piano. Stirate sempre seguendo la direzione del tessuto. Fare attenzione a non stirare mai zone con tracce di sudore o di altre macchie. Evitare di tendere il tessuto o le cuciture perché in questo modo si possono creare delle pieghe. Non passate la piastra sopra degli oggetti in rilievo come i bottoni.

stirare_1

STIRARE LE VARIE PARTI DEL CAPO

CUCITURE:per non far rimanere dei segni, usare della carta velina poi premete dall’esterno.

MANICHE: stirate le fodere poi gli altri particolari. Per quanto riguarda le maniche a sbuffo, infilate un asciugamano.

ORLI: prima stirare la parte interna, poi delicatamente la parte esterna. Sulla lana e il misto lana passate il getto di vapore e premete con un libro per dare una forma più decisa. Gli orli arrotolati sarebbe meglio stirarli sul davanti per non rompere i punti.

COME STIRERE I VARI TIPI DI TESSUTO

Lana: gli indumenti di lana si stirano asciutti, dal rovescio, ponendo SUL CAPO capo un panno umido.

Panno scuro:per evitare che diventi lucido inumidite con acqua e aceto,

Seta: stiratela sul dritto, APPOGGIARE sul tessuto un foglio di carta velina. Se è seta naturale stirarla con ferro caldo senza ripassare troppe volte. Se la seta è fine, stirate sul dritto con un panno di lana. Se è seta pesante, stiratela al rovescio.

Lino: per eliminare gli aloni chiari e lucidi, immergete un panno in acqua con una goccia di vino bianco, metterlo sul tessuto per qualche minuto poi passate leggermente il ferro da stiro.

Fibre sintetiche: stirate usando il vapore, mettendo un panno umido tra ferro e tessuto.

Velluto:A stirare sarà solo il vapore,stirare dal rovescio svaporizzando il capo senza appoggiare il ferro.Se stirate, invece, con un ferro tradizionale ed il velluto si bagna, asciugatelo subito con il phon per evitare che resti macchiato. Perché i pizzi non diventino pazzi. Dopo averli lavati in acqua tiepida e zuccherata ( lo zucchero è un ottimo appretto ecologico), stirate prima sul dritto leggermente, quindi rivoltate, appoggiate su una flanella e stirate premendo.

CONSIGLI RICAMI: usate un asciugamano. Appoggiatevi il ricamo al rovescio e stirate. facendo così si evita che il ricamo si appiattisca e si conserverà come nuovo.

CRAVATTE: mettere una sagoma di cartoncino all’interno e poi stirare con il vapore.così facendo il segno della cucitura non si vedrà.

LENZUOLA O CAPI TROPPO INGOMBRANTI. Aiutatevi con una sedia, dove appoggerete una parte del lenzuolo. man mano che andate avanti con la stiratura, allontanate la sedia dal tavolo da stiro .Se si utilizza un ferro da stiro con caldaia piegate le lenzuola in più strati, diventeranno perfette con una sola passata.

stirare_2

COME MANTENERE PULITO IL FERRO DA STIRO "CON PIASTRA IN ALLUMINIO" 1)aiutandovi con una spugna morbida,Strofinate la piastra fredda con bicarbonato e limone 2)Strofinare con sale grosso e lucidate leggermente con olio di lino. 3)Staccate la spina del ferro da stiro e sulla piastra tiepida strofinate del dentifricio Poi, passate con un panno umido, ma attenzione, non mettete mai il ferro da stiro direttamente sotto l’acqua del rubinetto. 4) Passate sul ferro caldo un pezzetto di sapone asciutto e poi passare il ferro su un foglio di giornale.

INPORTANTE: non seguite questi consigli se avete un ferro da stiro con piastra in acciaio che è più delicata e quindi si potrebbe graffiare. Per eliminare le incrostazioni di amido o di appretto, mettete 2 cucchiai di sale su un pezzo di carta e poi passateci più volte il ferro tiepido.

PER GLI SBADATI Se il ferro ha lasciato un bel segno sul tessuto ,ma ancora non si è bruciato, potete correre ai ripari.

ECCO COME: Preparare una soluzione di mezzo decilitro di acqua con due pizzichi di borace, se si può immergete il capo interamente e poi lavatelo in acqua.Se non potete immergerlo, passate sulla macchia un batuffolo di cotone imbevuto di acqua ossigenata a 12 volumi.

stirare_3

RIMEDI ECOLOGICI Montate a neve l’albume di un uovo con un pizzico di sale fino. Spalmate sul tessuto e lasciate agire per 30 minuti,poi risciacquare.• Bollite in aceto un po’ di sapone da bucatoun po’ di argilla smettica e il succo di due cipollelasciate depositare e poi versate la parte limpida in una bacinella.Mettetevi a bagno i capi strinati per 24 ore e poi risciacquate.In particolare, se la stiratura è sulla seta, potete provare ad eliminarla con del succo di limone e sale fino.

COMBATTERE GLI ALONI LUCIDI Per eliminarli, soprattutto quando una stiratura scorretta li ha fatti comparire sui pantaloni di lana, passate una fetta di patata cruda sulla riga lucida e poi spazzolate bene.il rimedio della nonna funziona sempre